Menu

Tempio di Portunus (cella) - Roma

Il tempio di “Portunus”, denominato anche tempio rettangolare o della Fortuna Virile, sorge alle pendici del Colle Palatino nell'area corrispondente all'antico Foro Boario; sulla base degli studi attuali, l’epoca di costruzione risale al IV-III sec. a.C., con varie fasi decorative proseguite nel I-II sec. d.C. Il tempio fu trasformato in chiesa tra l’VIII ed il IX secolo con il nome di S.Maria Egiziaca e come tale subì numerose trasformazioni che comportarono importanti lavori di ridecorazione del suo interno e rimase inglobata nelle varie costruzioni adiacenti fino al 1921 quando l'architetto Muñoz, nell'ambito dei lavori di sventramento per la creazione dell'attuale via Petroselli, la fece demolire per riscoprire l'antica struttura romana del tempio, riportando alla luce i resti degli affreschi medievali sopravvissuti alle trasformazioni successive. Il restauro degli affreschi staccati, con l'applicazione su nuovi supporti mobili, si inserisce in quello più vasto (vedi sezione " Materiali lapidei e stucchi" e "Dipinti murali" ) finanziato dal World Monuments Fund e dalla Soprintendenza Speciale ai Beni Archeologici di Roma, iniziato nel 2006 che sta per concludersi con il completamento del restauro della parete occidentale esterna.
(Foto di P.Soriani)
tempio di Portunus

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo utilizzate. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già state impostate.

  Accetto i coockie di questo sito